giovedì 9 giugno 2016

LA RAGAZZA CON L'ORECCHINO DI PERLA di Tracy Chevalier

anno: 2002
edizione: Neri Pozza 

Tracy Chevalier è una delle mie autrici preferite. Amo i suoi romanzi per come sa entrare nella storia e descriverci situazioni e personaggi sconosciuti ai più, rendendoli davvero unici e interessanti.

Questo romanzo che vi propongo è annoverata fra le sue opere migliori dal quale è stato tratto un film che ha riscosso molto successo.

Siamo in Olanda , XVII secolo, la giovane Griet, una ragazza di origini molto umili, figlia di un decoratore di piastrelle che ha perduto la vista, viene mandata a servizio nella casa del famoso pittore Johannes Veermer. 
Il pittore scopre in Griet una particolare predisposizione all'arte e ne rimane incantato, così anche se il compito di Griet in quella casa sarebbe occuparsi del bucato e delle compere al mercato, non esita a prenderla come aiutante all'insaputa della moglie.
E' in questo clima di complicità e inganno che la piccola Griet diviene donna, sempre più attratta dal suo padrone e ammaliata dal mondo dei colori e della pittura.
Quando la bellezza di Griet attirerà le attenzioni del mecenate di Veermer, Van Ruijven, il pittore sarà riluttante nel ritrarre la ragazza insieme a lui, ma da questa richiesta nascerà il suo più affascinante ed emblematico dipinto: La ragazza col turbante.

Di questo libro mi piace moltissimo l'ambientazione, la ricostruzione storica dell'autrice che ci mostra la vita domestica della casa del pittore, la sua organizzazione dandoci uno spaccato del XVII olandese.
Mi piace il modo sottile di descrivere l'interesse del padrone, che nasce prima di tutto dall'intelligenza della ragazza, da quell'affinità nell'amore per l'arte e i colori e dalla capacità di creare la scena perfetta per i quadri. 

In finale è stato appagante, giusto!

Consiglio la lettura a tutti perché è un libro molto interessante e scritto benissimo.

Un Cuore nel Sole