giovedì 9 giugno 2016

Cristo si è fermato a Eboli di Carlo Levi

anno: 1945
editore: Einaudi

Carlo Levi è uno stimato medico e durante il periodo fascista viene confinato prima a Grassano e poi a Gagliano.
Mentre Grassano è un paese molto vivo, a Gagliano Levi si ritrova a contatto con una terra brulla abitata da contadini tenuti nell'ignoranza e nella povertà dal regime e dalle autorità di spicco del paese, che sfruttano la loro posizione semplicemente per i loro vantaggi personali.
Carlo cercherà di portare del bene a questa gente attraverso la sua professione di medico ma dovrà farlo di nascosto per non scontentare le alte cariche che potrebbero denunciarlo e compromettere ancora di più la sua posizione di confinato.

All'ombra dei ricordi delle magnifiche avventure del brigantaggio i contadini trasmetteranno a Carlo i loro racconti ricchi di semplicità e di magia e in questi giorni di ozio Carlo avrà la possibilità di dedicarsi alla sua grande passione: la pittura e di ritrarre i paesaggi e i personaggi più caratteristici del luogo.
E' uno spaccato di storia, il racconto nostalgico di un uomo abituato a vivere in ambienti ricchi di interesse e stimoli che si trova isolato in un borgo arido e senza alcun intrattenimento, a contatto con personaggi rozzi ed ignoranti, ma ricchi di ideali e altri più ricchi ma opportunisti e senza scrupoli.
Una descrizione del povero mondo contadino che vive di cose semplici e che per questo tanto ci incanta.

Un Cuore nel Sole